SILIGO 👉 CARTA DI S’ASPRU. APPUNTAMENTO CON I P0LITICI SARDI

SILIGO - No alle guerre. Rompiamo le armi. Tutti insieme. Nasce la Carta di S’Aspru e proprio dalla Sardegna parte un forte movimento per il cessate il fuoco e l’immediato avvio alle trattative internazionali.
👉Domenica prossima i parlamentari e altri politici dell’isola saranno chiamati a condividere, nero su bianco, una serie d’iniziative da presentare alle Camere.
👉Obiettivo: bloccare l’escalation bellica. La
scelta dei luoghi non è casuale: quella di S’Aspru è la terra di pace costruita da padre Salvatore Morittu nella comunità di Siligo.
👉L’appuntamento è per la mattina del 15, alle 10.00. Rappresenta idealmente il seguito della manifestazione promossa il 2 dicembre a Sassari contro strategie di morte rese più apocalittiche, sino all’ipotesi di una catastrofe nucleare, dall’invasione dell’Ucraina
ordinata da Putin e dai disastri che ne sono derivati. La giornata è promossa dagli stessi
organizzatori dell’assemblea sassarese.
👉Quattro gruppi laici e cristiani: associazione Intrecci
culturali, Comitato #fermiamolaguerra, Acli, Laudato sii (Mondo X - volontari del santuario della Vergine delle grazie). Sarà presente il sindaco di Siligo.
👉Nella Carta di S’Aspru si chiede a deputati e senatori sardi il coinvolgimento di reti, organizzazioni, enti per le mediazioni internazionali. E di considerare un tabù assoluto le bombe atomiche e di
scegliere - espressamente e senza mezzi termini - l'abolizione della guerra come strumento di risoluzione delle controversie internazionali. Ma il cammino da percorrere è lungo. E perciò gli estensori della Carta domandano pubblicamente davanti ai rappresentanti parlamentari e dei media
un aiuto politico per i costruttori di pace e la condivisione della "non violenza attiva". E quindi: fare votare in parlamento l’adesione a questi princìpi nell’interesse dei popoli coinvolti direttamente nei conflitti, oltre che determinare l’impegno reale dell’Italia per una vera trattativa diplomatica. Infine: altri interventi di rapida attuazione, dal blocco di riarmo e spese militari sino allo stop di esercitazioni e test in una regione gravata da poligoni, basi e servitù.
 
 
 
 
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pin It

Ultimi servizi, Sardegna, Sassari, Cultura, Canale12

Puoi seguire Canale 12 anche sui Social


Direttore Responsabile: Sandra Sanna
Copyright © Sandra Sanna
Sede: Via Mazzini, 6 - 07100 Sassari
Registrazione Tribunale di Sassari n. 2 del 07.06.2021

Redazione
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Telefono: 338 222 6691

Powered by E-agle - Crediti

chat